Visita lo Showroom a Roma! Appuntamenti e Info al 3331546730 - Anche ad agosto!

Cosa Si Nasconde Dietro la Parola 'Juliana'? Un Marchio di Eccellenza!

Cosa Si Nasconde Dietro la Parola "Juliana"? Un Marchio di Eccellenza!

La Storia

William DeLizza e Harold Elster aprirono ufficialmente la “DeLizza & Elster” a New York nel 1947.

Sotto questo nome l’azienda operò per diverse decadi del ‘900 producendo inizialmente accessori di tutti i tipi (dai bottoni alle fibbie, dalle chiusure alle spillette e ciondoli) per alcuni “venerabili” della costume jewelry quali Hattie Carnegie, Hobé e Albert Weiss e successivamente gioielleria non preziosa per centinaia di grandi e piccole firme, disegnatori, grossisti e grandi magazzini americani e internazionali.

Immediatamente dopo la sua nascita la D&E condivise un piano del Cable Building (al 611 di Broadway, Manhattan) con la Weiss Jewelry, spostandosi successivamente, nel corso degli anni ’50, in un edificio di proprietà a Brooklyn.

In questo periodo i figli di William, Frank e Anthony, andarono ad aumentare la compagine societaria e Frank divenne presto capo-disegnatore.

Cable Building (New York City)
(Il "Cable Building", al 611 di Broadway, New York)

Nel 1967 Frank DeLizza e Harold Elster decisero di creare una linea di gioielli tutta loro identificata dal marchio (registrato) “Juliana” (nome della madre di Frank e moglie di William), marchio che però non veniva punzonato sui pezzi ma apposto sul materiale cartaceo di vario tipo (etichette, cartelline porta-orecchini, ecc..) che accompagnava i gioielli.

Ovviamente questo materiale andava perduto quando le acquirenti li indossavano, con il risultato che tutta quella produzione rimarrebbe quasi irriconoscibile se non fosse per una lunga serie di particolari ed elementi costruttivi che, singolarmente o insieme, permettono di attribuire correttamente con un buon margine di certezza al marchio Juliana.

Oggi si parla in modo indifferente di “DeLizza & Elster”, “D&E” o “Juliana” sebbene quest’ultima non sia stata altro che una specifica linea di gioielli prodotta per un paio d’anni circa (fino al 1969).

È quindi corretto affermare che mentre tutta la gioielleria Juliana fu prodotta dalla D&E non è vero il viceversa, cioè che tutta la produzione D&E sia limitata alla linea Juliana.

L’azienda chiuse definitivamente i battenti nel 1991.

Caratteristiche della produzione Juliana

Tutta la gioielleria Juliana è caratterizzata dalla lavorazione artigianale e dalla montatura manuale dei pezzi.

Come detto in precedenza in assenza di materiale cartaceo allegato ai pezzi è facile incorrere in una attribuzione sbagliata.

Per fortuna esistono moltissimi elementi che aiutano a riconoscere i pezzi Juliana veri rispetto ai falsi o a quelli di altri brand, e qui faccio solo un brevissimo accenno ad alcuni di essi.

Al contrario della maggior parte dei pezzi della bigiotteria dell’epoca i pezzi Juliana mostrano pochissimo metallo e sembrano quasi sempre “tutta pietra”.

una splendida collana vintage girocollo da scollatura della linea juliana
(splendida collana girocollo da scollatura della linea juliana in metallo dorato
e strass trasparenti taglio "chaton" e "navette" con chiusura a singolo uncino decorata da strass)

I braccialetti, spesso riconoscibili per la loro struttura a cinque elementi consecutivi, hanno comunemente chiusure a portafoglio, alcune con costine o strisce, alcune con motivi a freccia ed altre con strass e sono spesso dotati di una catenella di sicurezza.

bracciale vintage juliana
(bracciale tipico della produzione Juliana a cinque elementi
con chiusura a portafoglio e catenella di sicurezza)

Le chiusure a “scatolina e linguetta” sono usate su bracciali con la parte posteriore piatta, i bracciali a scatto (“clamper bracelets”, vedi figura sotto) hanno chiusura con cerniera a molla e i braccialetti di ogni tipo spesso hanno chiusure di sicurezza.

 

bracciale braccialetto clamper vintage juliana

Le strutture più tipiche delle spille sono piatte (un esempio "tutta pietra", recentemente venduto nel mio showroom, è mostrata nella foto qui sotto), a cupola o stratificate.

Cosa Si Nasconde Dietro la Parola 'Juliana'? Un Marchio di Eccellenza!

I pezzi vintage Juliana, che includono tutta la produzione non punzonata creata prima del 1967 così come tutti i pezzi con le etichette “Gloria” (“Gloria Jewelry” di proprietà di Ruth Stern) e parte di quelli firmati “Tara” (marchio di proprietà della società omonima) mostrano di solito strass dai colori molto accesi e diverse finiture e tipologie quali quelli decorati con finitura AB, cristalli trasparenti, false ematiti ed opali.

Colori sgargianti quali il viola, il verdastro (tendente al blu), il verde e il rosa sono combinati con regolarità.

In alcuni pezzi Juliana sono utilizzati grandi “Easter Egg”, pietre con taglio cabochon variamente decorate in superficie con smalti e/o elementi a sbalzo tanto da somigliare appunto a “uova di Pasqua”. (vedi figura sotto).

orecchini vintage juliana con pietre easter egg

Oltre ai tagli base e più classici e popolari delle pietre caratterizzati da forme a lacrima, a baguette, ovali e tondi alcuni dei pezzi più elegantemente decorati mostrano tagli a forma di chiave di volta, freccia, ancora e cuore.

Il “vetro lattimo” (vetro opaco di colore bianco latte chiamato “milk glass” in inglese, realizzato per la prima volta a Venezia nel ‘700, deriva il suo colore bianco latte intenso dall’utilizzo di fluorite e biossido di stagno) è utilizzato occasionalmente ad ornare gli elementi centrali delle collane o di altri pezzi o ha uno scopo spesso decorativo (qui sotto, splendida collana Juliana in metallo dorato, strass con finitura Aurora Boreale ed elementi decorativi in vetro lattimo, in vendita nel mio showroom).

Cosa Si Nasconde Dietro la Parola 'Juliana'? Un Marchio di Eccellenza!

Lo stesso si può dire degli strass del tipo “cocomero” (“watermelon rhinestones”, chiamati così per il loro colore base molto simile a quello della “tormalina cocomero”, verde ai lati e rosa al centro) che intrappolano la luce e restituiscono un arcobaleno di colori e sono tagliati e sfaccettati nelle forme più varie.

spilla vintage juliana a forma di gatto con pietra centrale watermelon
(Spilla in metallo dorato e strass a forma di gatto con grande pietra centrale "watermelon")

Alcuni pezzi evocano forme naturali quali foglie su un ramo, fiori e cristalli mentre altri pezzi assomigliano ad uccelli e altri ancora assomigliano a fiocchi di neve o stelle cadenti.

In Conclusione

La linea di gioielli conosciuta come Juliana è tra le più famose ed apprezzate da parte di amatrici e collezioniste di tutto il mondo.

Vista la difficoltà di una attribuzione è facile incorrere in errori ed acquistare pezzi non autentici o addirittura falsi ed è bene quindi fare la massima attenzione o affidarsi ai consigli di un esperto.

Se vuoi puoi lasciare i tuoi commenti o domande qui sotto, sarò felice di risponderti!

Paolo Ercolani

COPYRIGHT © PAOLO ERCOLANI / VINTAGE FAKES - TUTTI I DIRITTI RISERVATI